Investigazioni

INVESTIGAZIONE PRIVATA - MP, Corso privacy a Roma il 29.02.2016 “La privacy ostacola le indagini?”

Mondo Professionisti, Roma - Detective privati, avvocati e magistrati si chiedono, sempre più spesso, quanto la tutela dei dati personali possa inficiare le prove da “spendere” in un giudizio. La presa di coscienza, da parte delle categorie del settore giudiziario, della sempre maggior incidenza della privacy nell’ambito della tutela d’un diritto in giudizio o, quel che più spesso accade, nelle sue fasi prodromiche è oramai un dato acquisito. La Confederazione Nazionale degli Investigatori Privati Italiani - una delle associazioni di categoria maggiormente rappresentative - ha perciò organizzato un corso di aggiornamento, dal suggestivo titolo: “La privacy ostacola le indagini degli investigatori privati?”. L’evento, realizzato in collaborazione con “View net Legal - The hi-touch lawyers network”, avrà luogo lunedì 29 febbraio 2016, dalle ore 14:30 alle 17:30 a Roma, presso l’auditorium  della Cna in Piazza M. Armellini 9/A. Il corso verrà aperto dal presidente nazionale Con.Ipi, Leonardo Lagravinese, e dal responsabile dell’ufficio studi-legislazione e formazione Con.Ipi, dott. Nazzareno Di Vittorio. Seguirà l’intervento del dott. Giorgio Berloffa, presidente nazionale di CNA Professioni. Relatore sarà l’Avv. Salvatore Frattallone LL.M., titolare dello Studio “Frattallone & Partners Law  Firm”, che ha sede anche a Roma in Via degli Uffici del Vicario 49. Il cassazionista, che è partner del network forense “View net Legal”, ha fatto parte della commissione che ha scritto a Montecitorio l’Allegato “A.6.” del codice privacy.

Si discuterà di geolocalizzazione delle autovetture dei cc.dd. bersagli, della liceità di foto e video-riprese, della possibilità d’effettuare le captazioni audio ed accessi alle banche dati, delle limitazioni che la legge prevede in materia di indagini bancarie, ma anche di temi più classici quali le condizioni di legittimità del pedinamento e la perdurante necessità di rendere le informative alle persone contattate dall’investigatore privato. Il programma prevede anche la trattazione di casi pratici e l’anticipazione delle linee portati dell’imminente riforma europea in materia, che avverrà tramite un apposito regolamento generale EU e una nuova direttiva sulla protezione dei dati trattati dalla polizia e dall’autorità giudiziaria in sede penale. Per accedere alla prestigiosa Sala Trattative è però necessaria la prenotazione (scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonare al n. 06.45508284). Per gli investigatori, il corso è accreditato dall’ente riconosciuto Orsa Consulting e, pertanto, gli attestati di partecipazione che verranno rilasciati al termine dell’evento saranno validi ai fini del periodico rinnovo della licenza investigativa (ai sensi degli articoli 134 t.u.l.p.s., 222 disp. att. c.p.p. e di quanto stabilito con il d.m. del ministero degli interni n. 269/2010 come successivamente integrato dal d.m. n. 56/2015). L’evento, inoltre, è accreditato di tre crediti, ai fini della formazione permanente forense, dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma. Decidere di sciogliere il dubbio su una possibile (e spesso decisiva) fonte di prova è una scelta talvolta ardua. E gli investigatori privati autorizzati devono sapere se, cosa e come cercare la prova. Ma, come disse Maurice Maeterlink, “non c’è nulla di più bello d’una chiave, finché non si sa che cosa apre”.   

(da MondoProfessionisti.it, mercoledi 24 febbraio 2016, Anno XI - numero 33)

 

Tags: salvatore frattallone, Frattallone & Partners Law Firm, convenzionato ssn, assicurativo, incidente, tacere, commissione pari opportunità regione veneto

Stampa Email

I più letti