Ord. forense

ORD. FORENSE - Parcelle, il Consiglio di Stato: prevalga la libera concorrenza.

IL SOLE 24 ORE, Professionisti. Il Consiglio di Stato dà seguito alla sentenza della Corte Ue sulla liberalizzazione. Il decoro non entra nella tariffa. Gli Ordini non possono più valutare i prezzi col parametro della dignità

Il decoro non è più un parametro valido per verificare le tariffe professionali. Lo sottolinea il Consiglio di Stato con la sentenza 22 gennaio 2015 n° 238, generata da un ricorso dell’Ordine dei geologi, ma estensibile a tutte le professioni. Si discuteva infatti delle sanzioni dell’Autorità garante della concorrenza (Antitrust), irrogate perché l’Ordine aveva adottato criteri e parametri per determinare tariffe. Quindi, una situazione identica a quella di altre professioni collegiate (avvocati, notai, professioni tecniche). Il problema è sorto con il Dl 223/2006 (articolo 2), che ha eliminato i minimi tariffari: minimi che secondo l’Antitrust non possono essere reintrodotti attraverso principi deontologici di corretto comportamento. Ora, con questa sentenza del Consiglio di Stato, i prezzi praticati dai professionisti non sono più oggetto di una verifica di decoro deontologico, concludendo un percorso che ha coinvolto la Corte di giustizia Ue.

Leggi tutto

Stampa Email

ORD. FORENSE - MP, La Caporetto del conservatorismo forense, nell'epoca di internet.

CaporettoLA CAPORETTO DEL CONSERVATORISMO FORENSE, NELL'EPOCA DI INTERNET. 

(da www.mondoprofessionisti.it newsletter n° 201 del 17.11.2014, rubrica "L'opinione",
 di Salvatore Frattallone, Chairman of View net Legal network)

Lo scontro con l'Antitrust ha radici lontane e questo non è che l'epilogo d'una battaglia più ampia. La pronuncia dell'AGCM e la condanna a pagare  quasi un milione di euro rappresentano la più grave disfatta nella storia ordinistica in Italia, una vera e propria Caporetto. Le cause della sconfitta, senza scomodare Senofonte, sono riassumibili nell'incapacità di saper cogliere in modo adeguato gli irreversibili cambiamenti del tempo, nell'epoca della «Società dell'informazione»: la realtà italiana è mutata radicalmente, in questi ultimi due decenni. Così è per il mercato, ed altrettanto è a dirsi per le attitudini dei consumatori ed anche di enti ed imprese, di rapportarsi con il mondo dei servizi legali, sfruttando internet, la telefonia mobile ed altri innovative maniere di comunicare (tra cui applet e socialnetwork), consentite, ed anzi favorite, dall'insorgere di nuove tecnologie dell’informazione. Ma così pure è a dirsi per il modo e per gli strumenti con cui si esercita la professione forense.

Leggi tutto

Stampa Email

MP - Nuovi Partners per il network VnL

Roma, Palazzo Lavaggi-Sanfelice
(da MondoProfessionisti.it newsletter n° 193 del 05.11.2014)

View net Legal® incontrerà il 7 novembre 2014 a Roma alcuni degli Avvocati che, di recente, hanno chiesto di poter aderire al network. «Crediamo fermamente che l'impiego di risorse tecnologiche digitali nei nostri Studi possa consentire» – ha evidenziato il presidente del network, l'amministrativista Alberto Bagnoli – «all'Avvocatura di eccellere, anche nei tempi di risposta rispetto alle esigenze di giustizia: la pubblica amministrazione e le aziende necessitano di legali con competenza e conoscenza, ma anche di interlocutori che curino qualità del servizio e che privilegino rapidità d'intervento ed economia di spesa». Per la vicepresidente del network forense   Maria Paola Mastropieri  «la convocazione è la prima di una serie, nell'ambito del programma di progressivo consolidamento, sul territorio italiano, del nostro sodalizio professionale, poiché» – ha sottolineato la divorzista piemontese – «sono molte le richieste d'ingresso ricevute da parte di Avvocati che intendono valorizzare in rete le loro esperienze professionali».  Per il chairman Salvatore Frattallone «ci attendiamo che i candidati Partner ci illustrino le rispettive specificità, affinché a breve il consiglio direttivo, di cui fanno parte anche i consiglieri Michelina GrilloFrancesco Cenci, Gaetano Giglio e Gaetano Antonio Tasca, valuti

Leggi tutto

Stampa Email

ORD. FORENSE - Il nuovo Codice deontologico in G.U., in vigore dal 15.12.14

smartresizeNella Gazzetta Ufficiale del 16.10.2014, serie generale n° 241, è stato pubblicato il Nuovo Codice deontologico forense, approvato dal Consiglio Nazionale forense in attuazione della Nuova disciplina dell’ordinamento professionale (legge n. 247/2012).
Il Nuovo Codice deontologico – tramite il quale viene rafforzata la responsabilità sociale dell’Avvocato e il presidio disciplinare dell’interesse pubblico alla correttezza dei comportamenti degli Avvocati come attuatori del diritto costituzionale di difesa – entrerà in vigore il 15 dicembre 2014.
Molti gli elementi caratterizzati e innovativi, tra i quali si segnalano:

Leggi tutto

Stampa Email

Venezia, 10/11.10.14 - View net Legal al XXXII Congresso Nazionale Forense

Al centro: Avv. M.G. Biasion (sulla sinistra), Avv. A. Lenna (sulla destra).I legali di View net Legal sono stati attivamente presenti alla tre-giorni lagunare dei lavori del XXXII Congresso Nazionale Forense, svoltisi al Teatro La Fenice e successivamente a Venezia Lido. Ieri, all'esito dell'assemblea del network, è stato licenziato il testo definitivo dell'atto costitutivo e dello statuto del network (questo il testo dello statuto) e si è proceduto, quindi, a designare i Partners che, sino alla fine dell'anno prossimo, rivestiranno cariche associative negli organi nazionali. La presidenza dell'innovativa Alliance forense è stata affidata ad Alberto Bagnoli, noto amministrativista del Foro di Bari. Chairman del Board of Directors è il penalista Salvatore Frattallone, del Foro di Padova. Al civilista lucerino Giuseppe Agnusdei è stato affidato Collegio dei Probi Viri. 

Leggi tutto

Stampa Email

I più letti