Resp. sanitaria

RESP. SANITARIA - StarBene, "Due interventi, poi la paralisi: i chirurghi sono responsabili?".

StarBene n° 27 del 20.06.2017 - Articolo dell'Avv. Salvatore Frattallone LL.M.

Operato per ernie discali, mio fratello non muove più le gambe. In ospedale ci hanno detto che sarebbe accaduto comunque, ma è una scusa valida?

(da Starbene n° 27 del 20.06.2017, rubrica: Sportello dei diritti del paziente, pag. 14)

«I medici non possono escludere il danno giustificandosi con il fatto che la paralisi si sarebbe comunque verificata a causa delle ernie e, probabilmente, per colpa di un processo degenerativo in tempi più lontani», spiega l'Avvocato Salvatore Frattallone LL.M. del Foro di Padova.

Leggi tutto

Stampa Email

RESP. SANITARIA - StarBene, "Posso chiedere i danni a uno specializzando?".

StarBene n° 25 del 06.06.2017 - Articolo dell'Avv. Salvatore Frattallone LL.M.

Il giovane medico ha partecipato all'intervento di asportazione della tiroide che mi ha causato gravi lesioni alla trachea: ha responsabilità oppure no?

(da Starbene n° 25 del 06.06.2017, rubrica: Sportello dei diritti del paziente, pag. 14)

«Puoi chiedere i danni, perché anche i medici specializzandi sono chiamati a garantire la salute del paziente, al pari di quello che succede per un medico già formato completamente», spiega l'Avvocato Salvatore Frattallone LL.M. del Foro di Padova. «In particolare, la Cassazione ha precisato che

Leggi tutto

Stampa Email

RESP. SANITARIA - StarBene, "La mia cartella sanitaria è incompleta".

StarBene n° 24 del 30.05.2017 - Articolo dell'Avv. Salvatore Frattallone LL.M.

In seguito a un'appendicectomia ho riportato un'occlusione intestinale. Vorrei chiedere i danni, ma la cartella sanitaria non riporta tutte le fasi dell'operazione.

(da Starbene n° 24 del 30.05.2017, rubrica: Sportello dei diritti del paziente, pag. 10)

«Per avere diritto, nei giudizi civili, al risarcimento per i danni causati dal personale sanitario, si devono dimostrare 3 elementi: l'esistenza di un contratto con la struttura sanitaria, l'insorgenza o l'aggravamento di una patologia e, infine, il cosiddetto nesso causale, cioè», spiega l'Avvocato Salvatore Frattallone LL.M. del Foro di Padova, «la ricostruzione di come l'azione o l'omissione dei sanitari abbia comportato il danno (nel tuo caso, l'occlusione intestinale).

Leggi tutto

Stampa Email

RESP. SANITARIA - StarBene, "Sono scivolata nella corsia dell'ospedale".

StarBene n° 23 del 123.05.2017 - Articolo dell'Avv. Salvatore Frattallone LL.M.

Andando a trovare mio padre in clinica, sono caduta e mi sono rotta il femore. Il pavimento era bagnato, ma non c'erano avvisi. Ho diritto a un risarcimento?

(da Starbene n° 23 del 23.05.2017, rubrica: Sportello dei diritti del paziente, pag. 12)

«Si, puoi chiedere il risarcimento dei danni biologici, patrimoniali e morali per le lesioni che hai subito, provando mediante testimoni che la caduta è stata determinata dal pavimento bagnato e scivoloso. Tramite una consulenza medico legale devi definire e far certificare l'entità delle lesioni e la loro riconducibilità allo scivolone», spiega Salvatore Frattallone, Avvocato LL.M. del Foro di Padova. «Il pavimento sdrucciolevole, non ancora asciutto e non segnalato

Leggi tutto

Stampa Email

RESP. SANITARIA - StarBene, "Hanno legato mio padre al letto".

StarBene n° 22 del 16.05.2017 - Articolo dell'Avv. Salvatore Frattallone LL.M.

L'ho trovato immobilizzato e sedato nella struttura dove è ricoverato. Mi hanno detto che era molto agitato e volevano evitare che si strappasse la flebo. É legale quello che hanno fatto?

(da Starbene n° 22 del 16.05.2017, rubrica: Sportello dei diritti del paziente, pag. 12)

«La contenzione fisica è una misura temporanea ed eccezionale, messa in atto con mezzi meccanici che limitano la capacità di movimento volontario di una persona assistita. Tali misure non sono illegali, poiché sono considerate appropriate se c'è un pericolo grave e immediato per l’incolumità fisica del paziente», spiega Salvatore Frattallone, Avvocato LL.M. del Foro di Padova. «La contenzione deve però costituire un rimedio estremo e, se risulta del tutto ingiustificata, diventa una condotta perseguibile penalmente (ex art. 571 del Codice Penale).

Leggi tutto

Stampa Email

I più letti