Internazionale

RESPONSABILITÀ SANITARIA - Starbene, "Registrandomi in ospedale per un ricovero mi sono state richieste notizie sulle mie convinzioni religiose. Possono farlo?".

StarBene n° 41 del 3 ottobre 2016 - Articolo dell'Avv. Salvatore Frattallone

«Registrandomi in ospedale per un ricovero mi sono state richieste notizie sulle mie convinzioni religiose. Che cosa hanno a che fare queste informazioni con la mia salute? E’ giusto che lo abbiano fatto?»

>>> Ogni paziente può esercitare il diritto all'autodeterminazione terapeutica, segnalando per esempio che non vuole sottoporsi a trasfusioni di sangue.

(in Starbene, n° 41 del 03.10.2016, Sportello dei diritti del paziente, pag. 14) 

«La struttura sanitaria non è autorizzata dalla legge alla raccolta informazioni personali sul credo religioso in modo sistematico e preventivo», risponde Salvatore Frattallone, Avvocato del Foro di Padova. «Può invece essere informata su iniziativa del paziente per sapere quali prestazioni mediche erogargli, in linea con le sue convinzioni religiose. Trattandosi di un dato «sensibile», va fornito il tuo consenso a medici e infermieri che devono annotarlo in forma scritta.

Dichiarare il credo religioso può servire al paziente per richiedere un'assistenza religiosa e spirituale durante il ricovero, per soddisfare l’eventuale bisogno di conforto o di sacramenti al letto. Il credo religioso può  diventare rilevante in caso di decesso, affinché il servizio necroscopico possa preparare la salma rispettando le tue specifiche volontà del defunto. Se vuoi, puoi esprimere anche le tue scelte rispetto al tipo di alimentazione che desideri ricevere durante il ricovero, ma nel farlo non sei tenuto a dichiarare la tua religione. La violazione di queste regole può legittimarti a chiedere, all’ospedale, i danni  per violazione della privacy». 

Tags: salvatore frattallone, Padova, malattia, commissione pari opportunità regione veneto, ocse, termine, danni, medico specializzando, colpa per assunzione, telecamere, dato sensibile, Fedez, Monte Titano, Marina Gorka, oreorisin capsicum

Stampa Email

I più letti