Penale

RESPONSABILITÀ SANITARIA - Starbene, "Posso raccogliere farmaci con amici, per donarli ai bisognosi?".

StarBene n° 40 del 26 Settembre 2016 - Articolo dell'Avv. Salvatore Frattallone

«Insieme ad alcuni miei amici e colleghi, avrei intenzione di raccogliere farmaci per poi donarli alle persone bisognose della zona in cui abitiamo. Possiamo farlo?»

>>> Il 14 settembre é entrata in vigore la legge 166/2016 contro gli sprechi, che prevede la possibilità di donare alle Onlus farmaci non psicotropi. 

(in Starbene, n° 40 del 26.09.2016, Sportello dei diritti del paziente, pag. 12) 

«Sì, proprio il 2 agosto di quest'anno, il Senato della Repubblica ha varato in via definitiva una legge (d.d.l. n° S2290) concepita appositamente per contrastare gli sprechi e favorire la cessione gratuita di prodotti farmaceutici, a scopo di solidarietà sociale», precisa Salvatore Frattallone, Avvocato del Foro di Padova. «La raccolta e la distribuzione di medicinali, però, non possono essere effettuate da chiunque:

oltre alle organizzazioni di utilità sociale senza fini di lucro (le ONLUS), ora sono autorizzati a occuparsene anche gli ‘enti privati costituiti per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche e solidaristiche che, in attuazione del principio di sussidiarietà e in coerenza con i rispettivi statuti o atti costitutivi, promuovono e realizzano attività d'interesse generale anche mediante la produzione e lo scambio di beni e servizi di utilità sociale nonché attraverso forme di mutualità’. I privati cittadini, al contrario, non possono. Per raccogliere e distribuire gratuitamente, a persone indigenti, i prodotti farmaceutici, perciò, devi costituire un’associazione di beneficenza con i tuoi colleghi e/o amici».

 

 

 

 

Tags: Padova, malattia, commissione pari opportunità regione veneto, ocse, termine, medico specializzando, colpa per assunzione, dato sensibile, Monte Titano, Marina Gorka, oreorisin capsicum, menzogna

Stampa Email

I più letti